EMERGENZA COVID-19

 
Export verso i Paesi Terzi di prodotti agroalimentari, ricertificazione anno 2020
 
(06/05/20) Considerata la situazione emergenziale determinata dalla diffusione delCovid19 e dalle difficoltà che potrebbero insorgere per l’esecuzione in campo delle verifiche ispettive richieste, la Direzione Generale del Ministero della Salute ritiene che, in via eccezionale ed esclusivamente per l’anno in corso, l’esecuzione del sopralluogo ispettivo presso gli stabilimenti produttivi per verificare la rispondenza ai requisiti GMP/SSOP/HACCP/Piani di campionamento specifici, possa essere effettuata entro il 30 settembre 2020 e non entro il 30 giugno come richiesto dalle vigenti disposizioni. Deve essere invece rispettato il termine del 30 giugno per il pagamento della tariffa.
 
 

Indicazioni operative relative alle attività del medico competente per il contrasto al Covid-19 negli ambienti di lavoro e nella collettività

 
(05/05/20) Il Ministero della Salute – Direzione Generale Prevenzione Sanitaria – ha diffuso la circolare 29 aprile 2020 Prot. 0014915 con cui vengono individuate misure operative per l’effettuazione della sorveglianza sanitaria da parte del medico competente nei casi previsti dalla normativa.
 
Nella circolare viene evidenziato come il ruolo del medico competente sia di primo piano nella tutela della salute e sicurezza, ma venga ancora più in risalto in questa fase di emergenza pandemica, sino a divenire “consulente globale” del datore di lavoro. In tale contesto è opportuno quindi che supporti il datore di lavoro nell’attuazione delle misure di prevenzione e protezione contenute le Protocollo sottoscritto il 24 aprile scorso.
 
Il coinvolgimento del medico competente dovrà essere previsto anche nell’attività di formazione e informazione dei lavoratori sui rischi del contagio e sulle precauzioni messe in atto dalle aziende. Il medico competente provvederà inoltre ad aggiornare il datore di lavoro sugli strumenti comunicativi e informativi predisposti dalle principali fonti istituzionali di riferimento.
 

 
Circolare MIT su certificati e i titoli di competenza la cui validità è stata prorogata
 
(05/05/20) La Direzione Generale Motorizzazione Civile del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha pubblicato la nota prot. 0012058 in cui fornisce il quadro dei certificati e documenti di competenza di cui sono stati prorogati i termini di validità, sulla base delle modifiche intervenute in fase di conversione in legge del Decreto Legge 18/2020 e dell’approvazione del D.L.23/2020.
La circolare in commento sostituisce integralmente quanto già disposto con Circolare n. 9487 del 24 marzo u.s. a seguito dell’entrata in vigore del Decreto Legge 18/2020.
 

 
Circolare MIT su proroghe e adempimenti uffici Motorizzazione Civile prevede lo sblocco delle immatricolazioni dei veicoli
 
(04/05/20) Il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti ha pubblicato una circolare che chiarisce i termini oggetto di proroga alla luce della conversione in legge del D.L. 18/2020 e del D.L. 23/2020 e integra le attività indifferibili degli uffici della Motorizzazione Civile includendo quelle relative alle immatricolazioni di qualunque tipologia di veicolo.
 
 

Rimborso delle spese per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale

 

 

Emergenza Covid 19: pubblicato il rapporto ISMEA sulla domanda e l'offerta dei prodotti alimentari nelle prime settimane di diffusione del virus
 
(30/03/20) All'indomani delle misure restrittive adottate dal Governo italiano in risposta all'epidemia di Covid-19, l'ISMEA ha tempestivamente avviato un monitoraggio delle filiere agroalimentari, analizzando l'evoluzione delle principali variabili dei mercati nelle diverse fasi di scambio (origine, ingrosso e dettaglio). Il rapporto è articolato in un'analisi dei trend dei consumi delle famiglie italiane, un'analisi di dettaglio sulla situazione di mercato e dei prezzi di tutte le filiere  agroalimentari e riporta i primi risultati di un'indagine ad hoc sviluppata in questi giorni su un panel di imprese agricole e alimentari.  
L'analisi restituisce l'immagine di un settore che, con l'eccezione rappresentate dal florovivaismo e dalla pesca,  risente meno della situazione di crisi e, pure nella necessità di affrontare numerose criticità, è ancora sotto controllo in termini di tenuta e capacità di garantire l'approvvigionamento dei mercati finali. Tuttavia, la veloce evoluzione del contesto, anche a livello internazionale, potrebbe rapidamente mutare gli scenari in cui stanno operando i settori. Già rispetto alle prime settimane di crisi analizzate nel Rapporto, la situazione complessiva è mutata in maniera anche radicale.
La progressiva chiusura del canale Horeca, non solo a livello nazionale ma anche internazionale, ad esempio, ha sottratto un canale di sbocco importantissimo per i prodotti di posizionamento alto e medio-alto (per esempio vino o formaggi) e che assorbe percentuali rilevanti dei flussi complessivi di export.
In ottica prospettica potrebbero poi palesarsi ulteriori difficoltà. Nelle imprese comincia a essere problematica la carenza di manodopera, a cui si aggiungono criticità a livello di logistica e trasporti. Inoltre la paventata chiusura delle frontiere di alcuni Paesi esteri potrebbe causare problemi per l'approvvigionamento di materie prime da trasformare o di prodotti finiti per il quale il nostro Paese non è autosufficiente.